Questo sito web utilizza cookie tecnici necessari per il corretto funzionamento delle pagine; NON sono utilizzati cookie di profilazione finalizzati all'invio di messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall'utente nell'ambito della navigazione in Rete. Il sito web consente l'invio di cookie di terze parti (tramite i social network). Accedi all'informativa estesa, per leggere le informazioni sull'uso dei cookie e su come scegliere quale cookie autorizzare. Cliccando sul tasto OK o proseguendo nella navigazione, si acconsente all'uso dei cookie.

Le competenze digitali: chiave di ogni iniziativa

aziendaDal sito www.saperi.forumpa.it riprendiamo questo articolo

di Tommaso Del Lungo sulla cultura digitale in Italia in rapporto a quanto accade nel resto del mondo.

Le Linee guida dell'Agenzia per l'Italia Digitale sono lo strumento strategico ed operativo per uscire da una situazione drammatica di analfebetismo digitale, nel quale l'Italia è precipitata, e che ha generato un circolo vizioso che rischia di relegarci a mercato di consumo delle multinazionali dell'ICT.

Abbiamo approfondito con i coordinatori del tavolo AgID il modello: le parole chiave sono coordinamento ed endorsement politico.

L’Italia è agli ultimi posti in Europa per quanto riguarda le competenze digitali. Non solo, tutti i report internazionali ci posizionano tra i Paesi che, privi di una strategia nazionale, se non correranno ai ripari, finiranno per perdere ulteriori posizioni. È questo il quadro in cui va inserito il Programma Nazionale per la Cultura la formazione e le competenze digitali che è stato presentato ufficialmente oggi a Roma nella sede dell’Agenzia per l’Italia Digitale con l’apertura a consultazione pubblica delle Linee guida.

Continua leggendo l'articolo originale